L'Attività escursionistica nelle aree Medio-Montana e sommitali è consentita.

Tuttavia, trattandosi di un Vulcano la cui attività puo subire improvvise e inaspettate variazioni
- esponendo settori più o meno ampi dei suoi versanti ad elevati rischi -
l'Ente Parco dell'Etna non può dissuadere dall'affettuare l'escursione libera suggerendo di avvalersi di guide autorizzate.

In Ogni caso, in considerazione della particolare morfologia del terreno e dei possibili, improvvisi cambiamenti delle condizioni atmosferiche
- qualora si volesse effettuare una escursione in area Medio-Montana o Sommitale -
si raccomanda di curare l'abbigliamento e l'attrezzatura:

• Scarponi adeguati ad affrontare le particolari asperità del suolo;
• Vestiario che consenta una opportuna copertura in relazione alle temperature in quota;

Per ogni evenienza è utile portare con se una torcia elettrica.

È opportuno comunque che chi decida contrariamente a quanto consigliato di procedere autonomamente ad una escursione di:

• Rispettare scrupolosamente i cartelli segnaletici e in particolare quelle che indicano zone di pericolo;
• Rispettare scrupolosamente l'ambiente Naturale e in particolare la raccolta di eventuali rifiuti prodotti;
• Raccogliere tutte le informazioni specifiche sullo stato del vulcano e suoi potenziali pericoli;
• Tenere conto in presenza di particolari patologie di eventuali rischi per la prorpia salute legati all'alta quota ed alla variabilità delle condizioni meteorologiche.

In ogni caso, si assume la piena responsabilità civile e penale nei confronti di se stesso e di terzi accompagnati,qualora siano minori o meno esperti del territorio e non in grado di valutare autonomamente il pericolo.
SENTIERO MONTE FRUMENTO DELLE CONCAZZE
Il sentiero inizia dallo stesso punto di partenza per il sentiero dei monti Sartorius solo che si snoda lungo destra per salire su Monte Frumento delle concazze, cono vulcanico secondario imponente e suggustivo, 2.151 metri sul livello del mare, uno dei crateri avventizi più grandi dell’intero comprensorio etneo, colonizzato nelle basse pendici dalla betulla e dai pini larici, alla quale fa da sfondo naturale la Serra delle Concazze, costone della Valle del Bove.

Il cratere attivatisi in passato in seguito ad un eruzioni esterna all'asse principale del condotto vulcanico centrale, ma non per questo di minore importanza o di bassa pericolosità. Nonostante tali bocche, dopo la fine della loro attività non si siano riattivare più, non significa che esse non abbiano prodotto conseguenze meno gravi e pericolose di quelle connesse all'attività delle bocche sommitali. Anzi, spesso sono proprio le bocche più basse a produrre i più grandi disagi e i più gravi pericoli in quanto più vicine alle aree abitate.

Il sentiero è circondato dalle betulle, albero dalla forma elegante e dal colore niveo, dalle graminacee in cui si distinguono i ciuffi di festuca e poa, due disgregatrici del suolo lavico, ma anche astragalo e tanaceto.


Difficolta: Esperti
Lunghezza: 7.2 Km
Coordinata Iniziale: 37.780396 - 14.052721
(Indicazioni Stradali)
Registrati per poter votare e commentare il sentiero ed accedere a tutte le funzionalità della FriendsZone
EtnaFriends.it - Portale di Informazioni,
Storia e Sentieristica dell'Etna - Nicolosi (Catania)
- info@etnafriends.it - Italia © 2013/2018
questo sito non utilizza cookie di terze parti e i dati sono e rimarrano sempre interni al portale
usando e accedendo ad Etnafriends accetti e autorizzi la nostra informativa sulla privacy.
Registrati per poter inviare messaggi, votare,
commentare, aggiungere foto e articoli,
ed accedere a tutte le funzionalità della FriendsZone