X
...lascia il tuo giudizio anonimo
Ti è stato utile l'Articolo?
SI
NO
Stai per affrontare un Escursione sull'Etna?
Registrati per poter visualizzare i Sentieri e i Punti Più Visitati, commentare, votare e inserire foto, ..aiuta altri Escursionisti, lascia la Tua Esperienza!
Seguici su Facebook!
Prenota una GUIDA
Vivi l'esperienza unica di essere accompagnato da una GUIDA NATURALISTICA, per escursioni personalizzate ed avere più informazioni, visita la pagina dedicata per maggiori dettagli... ...e condividi la Tua Etna!
Escursioni LASTMINUTE
Guarda anche la sezione LASTMINUTE, con le prossime escursioni ed eventi all'interno del territorio Etneo, selezionati tra i più visitati e belli da etnafriends.it.
Visita il MARKET
Supporta Etnafriends con un Acquisto nel Market, Oggetti Tipici, Prodotti, Immagini e Luoghi! ...aiuta etnafriends.it a crescere, valorizza il
Made on Etna!
Hai visto le
ultime novità?
Visita la nostra HOME
per avere in anteprima le ultime novità, ...e guarda anche le sezioni NOTIZIE, ERUZIONI e VIDEO!
Eruzioni del 1989
L'eruzione del 1989 fu caratterizzata da due fasi: la prima si svolse dall'11 al 27 settembre27 settembre al 9 ottobre.

Nella prima fase l'attività eruttiva iniziò al Cratere di Sud-Est con esplosioni stromboliane seguite da fontane di lava e da colate che traboccarono all'esterno del cratere, gli episodi eruttivi furono 9 e tutti simili: iniziarono con fasi stromboliane e lanci di brandelli di lava appena oltre il bordo del cratere, poi, in concomitanza con l'innalzamento del livello del magma, iniziarono a susseguirsi rapide esplosioni, fino a diventare quasi continue, e si formarono fontane di lava alte 100-200 m, che progressivamente lasciarono posto a colonne eruttive, alte più di 2 km, costituite da vapore, cenere e lapilli.

La seconda fase iniziò nella tarda serata del 27 settembre quando il versante Nord-orientale del vulcano cominciò a fratturarsi verso la Valle del Leone, dalla parte alta della frattura, tra 2.670 e 2.550 m di quota, fuoriuscirono brevi e viscose colate (poche centinaia di m), dal 29 settembre al 3 ottobre l'attività divenne fortemente esplosiva, dal 5 settembre cominciò a diminuire sia l'attività esplosiva che quella effusiva.



L'emissione di materiale dalle bocche eruttive terminò completamente la notte dell'8 ottobre, ed i flussi generatisi si arrestarono. Il sistema di fratture apertosi durante questa eruzione interessò un'area molto vasta, fino a quota 1.500 m

La frattura di Nord-Est si propagò rapidamente e si arrestò dopo 2,7 km dal punto di inizio, vicino a Rocca della Valle. La zona fratturata verso Sud-Est ebbe un'evoluzione più lenta, dal 27 al 28 settembre, si estese fino alla località Cisternazza, a 2,3 km dal Cratere di Sud-Est, per propagarsi ancora nel giorno seguente.

Le zone fratturate a quote più basse non furono interessate da attività eruttiva, ma la loro formazione mise in grande allarme la popolazione e gli addetti alla sorveglianza.
COMMENTA
NON HAI VOTATO
SALVA
ANNULLA
EtnaFriends.it - Portale di Informazioni,
Storia e Sentieristica dell'Etna - Nicolosi (Catania)
- info@etnafriends.it - Italia © 2013/2020
questo sito non utilizza cookie di terze parti e i dati sono e rimarrano sempre interni al portale
usando e accedendo ad Etnafriends accetti e autorizzi la nostra informativa sulla privacy.
Registrati per poter inviare messaggi, votare,
commentare, aggiungere foto e articoli,
ed accedere a tutte le funzionalità della FriendsZone