X
...lascia il tuo giudizio anonimo
Ti è stato utile l'Articolo?
SI
NO
Stai per affrontare un Escursione sull'Etna?
Registrati per poter visualizzare i Sentieri e i Punti Più Visitati, commentare, votare e inserire foto, ..aiuta altri Escursionisti, lascia la Tua Esperienza!
Prova EtnApp!
Visita la nuova Applicazione Progressiva EtnApp, da poter installare sul cellulare, localizzarti lungo i Sentieri e inserire nuovi Punti in base ai tuoi interessi, anche off-line, prova EtnApp e... Condividi la Tua Etna!
Seguici su Facebook!
Prenota una GUIDA
Vivi l'esperienza unica di essere accompagnato da una GUIDA NATURALISTICA, per escursioni personalizzate ed avere più informazioni, visita la pagina dedicata per maggiori dettagli... ...e condividi la Tua Etna!
Escursioni LASTMINUTE
Guarda anche la sezione LASTMINUTE, con le prossime escursioni ed eventi all'interno del territorio Etneo, selezionati tra i più visitati e belli da etnafriends.it.
Visita il MARKET
Supporta Etnafriends con un Acquisto nel Market, Oggetti Tipici, Prodotti, Immagini e Luoghi! ...aiuta etnafriends.it a crescere, valorizza il
Made on Etna!
Hai visto le
ultime novità?
Visita la nostra HOME
per avere in anteprima le ultime novità, ...e guarda anche le sezioni NOTIZIE, ERUZIONI e VIDEO!
ABISSO 1892
Tipologia:   Grotta  
Descrizione: La località dove scoppiò l'eruzione del 1892 oggi dominata dai crateri Silvestri, era costituita da un vasto piano fortemente inclinato verso Sud, con la pendenza media del 20% ed è limitata a Nord dal grandioso cratere avventizio della Montagnola, a NNE dai crateri detti Calcarazzi, a sud da monte Nero.

Tali attività, esplosiva ed effusiva, si protraggono per un certo tempo e diminuiscono poi fino a cessare del tutto, nella frattura eruttiva resta del magma che si va consolidando, ma una parte superficiale della frattura può restare vuota ed accessibile attraverso le bocche esplosive o quelle effusive, dando origine ad un tipo di grotta vulcanica.

Segnata come SiCT122 questa grotta formatosi nell'apparato eruttivo occidentale dell'eruzione che diede origine ai Monti Silvestri nel 1892 e si tratta di una cavità a sviluppo verticale, e come tutte le cavità di questa tipologia le pareti sono estremamente instabili in quanto costituite da scorie saldate.

L'ingresso della cavità è stato in parte ricoperta dalla colata del luglio 2001 e numerosi crolli sono stati causati dall'eruzione del 2001 che ha coinvolto tutta l'area nei pressi della grotta, sia con l'apertura della frattura eruttiva che con un intenso sciame sismico, la visita interna comporta parecchi rischi, pertanto se ne sconsiglia la fruizione.

Da dei documenti storici la grotta viene descritta: sul fondo di un cratere si apre un pozzo di una ventina di metri e con un orifizio circolare largo non più di due metri, a tre metri di profondità il pozzo si allarga notevolmente presentando una forma a campana, le pareti sono costituite da materiali piroclastici saldati che i distaccano facilmente, e al fondo il pozzo si restringe nuovamente e si presenta come una fessura larga un metro e mezzo, questo restringimento segna il passaggio dal condotto esplosivo, contenuto nell'edificio del cono secondario, alla sottostante frattura eruttiva

Le pareti di questa frattura sono rivestite da un intonaco di lava abbastanza stabile, dal lato nord la frattura è occlusa a pochi metri dalla verticale del pozzo, dal lato sud si scende lungo un pendio di pietre di varie dimensioni mescolate a sabbia fino ad arrivare ad una strettoia causata da un lastrone di lava che rivestiva una parete, al di là della strettoia si può scendere verticalmente nella frattura per trentacinque metri fino ad arrivare sul fondo costituito da lava a superficie coriacea e frammentaria.

Anche qui in direzione nord la frattura è occlusa a una quindicina di metri mentre dal lato sud è percorribile per quasi duecento metri, in questo tratto occorre scendere e risalire più volte a causa del diverso livello del pavimento, la cavità termina dove la pareti della frattura si avvicinano progressivamente l'una all'altra fino ad impedire il passaggio.

Benchè gli apparati eruttivi dell'Etna siano numerosissimi, solo in pochi di essi si aprono cavità di questo tipo; la maggior parte dei crateri secondari infatti al termine della loro attività restano occlusi dal materiale piroclastico.
ALTITUDINE
   1991 m  
COORDINATE
   37.703846 - 15.002553  
(Indicazioni Stradali)
Maggiori informazioni?
+ PRENOTA
GUIDA
COMMENTA
NON HAI VOTATO
SALVA
ANNULLA
EtnaFriends.it - Portale di Informazioni,
Storia e Sentieristica dell'Etna - Nicolosi (Catania)
- info@etnafriends.it - Italia © 2013/2020
questo sito non utilizza cookie di terze parti e i dati sono e rimarrano sempre interni al portale
usando e accedendo ad Etnafriends accetti e autorizzi la nostra informativa sulla privacy.
Registrati per poter inviare messaggi, votare,
commentare, aggiungere foto e articoli,
ed accedere a tutte le funzionalità della FriendsZone