Eruzione del 1669
Statistiche Eruzione
Interessati:
0
Voti: 0
Media: 0.0
Commenti:
0
Visite Eruzione:
16
Registrati per poter votare, commentare e aggiungere Foto per questa Eruzione ed accedere a tutte le funzionalità della FriendsZone
Il racconto dettagliato della devastante eruzione del 1669 ├Ę stato riportato da numerosi autori dell'epoca, come il canonico Alessi, gli studiosi Alfonso Borelli, Recupero e molti altri. Dopo l'eruzione del 1651, che nel corso di tre anni aveva riversato una colata di lava verso Ovest e distrutto Bronte, il vulcano era rimasto tranquillo fino all'inizio del 1669 quando, a partire dal 25 febbraio e ancora pi├╣ intensamente l'8 marzo, violenti terremoti causarono numerosi crolli a Nicolosi. Nel giro di poco tempo le bocche eruttive in attivit├á divennero sette. Il ramo occidentale della colata formatasi raggiunse e distrusse il paese di Malpasso. Ora l'abitato si chiama Belpasso e sorge a Ovest, oltre il limite di questa colata. Il 13 marzo la colata si protrasse per 4 km oltre Nicolosi, distrusse Mascalucia e, due giorni dopo, anche S. Giovanni di Galermo. Questo ramo (orientale) si divise in due brevi lingue e si ferm├▓ poco oltre. La parte centro-occidentale della colata, la pi├╣ ampia, travolse, il 13 marzo, le campagne e molte case di S. Pietro e Camporotondo. Il ramo pi├╣ occidentale, il 29, invase completamente il paese di Misterbianco. Seguendo la morfologia del terreno, la colata fu, poi, costretta a deviare verso Est, in direzione di Catania; invano, alcuni ardimentosi cittadini tentarono di farle cambiare direzione. Il 12 aprile, dopo aver percorso 12 km, la lava arriv├▓ alle porte di Catania, riemp├Č la pianura e un laghetto alle spalle della citt├á, abbatt├Ę i resti di un acquedotto e di altri monumenti storici, super├▓ le mura e raggiunse la parte Sud-occidentale della citt├á, distruggendo tutti gli edifici della zona. Il 23 aprile la lava raggiunse il mare. L'emissione di lava termin├▓ l'11 luglio e l'eruzione si concluse definitivamente il 15 dello stesso mese. Le colate, i cui volumi sono stati complessivamente stimati in oltre 900 milioni di m3, causarono gravi danni a vari paesi e alla citt├á di Catania e ricoprirono 35 km2 di terreni coltivati. L'eruzione del 1669 chiuse un ciclo eruttivo particolarmente intenso e fu seguita da un periodo di attivit├á moderata ma costante, sia sui fianchi che ai crateri sommitali.
EtnaFriends.it - Portale di Informazioni,
Storia e Sentieristica dell'Etna - Nicolosi (Catania)
- info@etnafriends.it - Italia © 2013/2018
questo sito non utilizza cookie di terze parti e i dati sono e rimarrano sempre interni al portale
usando e accedendo ad Etnafriends accetti e autorizzi la nostra informativa sulla privacy.
Registrati per poter inviare messaggi, votare,
commentare, aggiungere foto e articoli,
ed accedere a tutte le funzionalità della FriendsZone