X
...lascia il tuo giudizio anonimo
Ti è stato utile l'Articolo?
SI
NO
Stai per affrontare un Escursione sull'Etna?
Registrati per poter visualizzare i Sentieri e i Punti Più Visitati, commentare, votare e inserire foto, ..aiuta altri Escursionisti, lascia la Tua Esperienza!
Seguici su Facebook!
Prenota una GUIDA
Vivi l'esperienza unica di essere accompagnato da una GUIDA NATURALISTICA, per escursioni personalizzate ed avere più informazioni, visita la pagina dedicata per maggiori dettagli... ...e condividi la Tua Etna!
Escursioni LASTMINUTE
Guarda anche la sezione LASTMINUTE, con le prossime escursioni ed eventi all'interno del territorio Etneo, selezionati tra i più visitati e belli da etnafriends.it.
Visita il MARKET
Supporta Etnafriends con un Acquisto nel Market, Oggetti Tipici, Prodotti, Immagini e Luoghi! ...aiuta etnafriends.it a crescere, valorizza il
Made on Etna!
Hai visto le
ultime novità?
Visita la nostra HOME
per avere in anteprima le ultime novità, ...e guarda anche le sezioni NOTIZIE, ERUZIONI e VIDEO!
SENTIERO PIETRACANNONE
Partenza dal punto base per l'escursionismo sull'Etna Numero 16, case Pietracannone, punto che, anche se attualmente risulta poco curato e non accessibile perchè chiuso, da questa zona è possibile scoprire sicuramente uno dei luoghi più caratteristici del territorio Etneo, sia per la storia della zona, come vedremo, le colate che si sono susseguite negli anni e che hanno minacciato più volte i centri abitati più a valle, come Milo e Fornazzo, sia per i punti d'interesse naturalistici tra cui due alberi plurisecolari oltre che, il costante e splendido sfondo dei crateri sommitali e della valle del bove unita al panorama della costa ionica.

Proseguendo per il sentiero in direzione monte Fontane ci immergeremo in bosco di castagni e superandolo incontreremo la colata generatasi nel 1979 nei pressi di Monte Simone, riversata costeggiando la parete settentrionale della Valle del Bove e stringendosi proprio nello stretto canalone di Pietracannone.

Superata questa, inizia la piccola salita per monte Fontane, la vegetazione del luogo è caratterizzata da un fitto bosco di castagno e pometi di una tipica varietà etnea, i puma cola, coltivata tra i 700 e i 1500 metri, dopo un piccolo tragitto l'arrivo allo splendido Cerro di Monte Fontane, meraviglioso e maestoso albero, la più grande quercia presente sull'Etna, il suo fascino è veramente suggestivo, dopo una breve pausa si continua fino al punto panoramico in cima al monte, con ampia veduta sulla valle del bove e con la bella vista del monolito di Rocca Musarra residuo di vecchi collassamenti craterici interni alla valle.

Il percorso continua ritornando sulla colata del 1979, nelle vicinanze di una costruzione denominata casa fichera, abbracciata letteralmente dalla lava, per poi iniziare la risalita per monte cerasa, in passato un cono eruttivo principale presente all'interno della valle del bove, poi collassato, questa parte del sentiero è immerso nella natura, caratterizzato da vegetazione quali, il castagneto, la ginestra, il cerreto, la pineta e le incantevoli isole di pioppo tremulo(populus tremula).

Superata la zona si continua la salita verso monte scorsone, con il suo punto panoramico, fino a monte rinatu, cratere avventizio più giovane rispetto ai precedenti, con la vegetazione ancora poco presente, soprattutto caratterizzato da arbusti e piante colonizzatrici delle lave, e dove si raggiunge il punto più alto di tutto il percorso, uno splendido panorama, da un lato sulla valle del bove e cratere sommitali, dall'altro con giornate limpide si riesce a coprire anche la splendida costa ionica da Taormina a Siracusa, fino ad arrivare alla costa Calabrese.

Inizia così la discesa, direzione trofa du camperi dopo aver attraversato parte del bosco della cubania, una grande pineta che in passato veniva ben sfruttata dagli abitanti della zona, per la legna, che poi veniva trasportava a valle, utilizzandola per gli usi più svariati, il vulcano era una grande risorsa per gli etnei di un secolo fa.

Superata la zona della Tacca lepre, Niviera all'interno del bosco ormai quasi totalmente colonizzata dalla natura, dove in passato, la neve caduta in inverno veniva compattata per essere preservata dai raggi del sole con fogliame di castagno e rami di ginestra, e trasportata nei mesi estivi, a cubi intagliati con un attrezzo tagliente detto falancuni e poi caricata sul dorso dei muli dentro sacchi di iuta ricoperti di fronde come materiale isolante per rallentarne lo scioglimento.

Attraversata la colata del 1971, generata da diverse fratture tra cui una in contrada Serracozzo, che minacciò i paesi di S.Alfio e Fornazzo per arrestarsi a 600 m di quota, arriviamo alla zona pianaggiante, il bosco della cerrita, dove risalta subito alla viste la faggeta con la suggestiva Trofa du Camperi, imponente faggio a ceppaia, di enorme fascino, uno splendido capolavoro secolare di Madre Natura alle pendici dell'Etna.

Il ritorno al punto di partenza, per il nostro sentiero ad anello, si conclude dopo aver attraversato la visibile casa del fanciullo, ex-colonia estiva religiosa, oggi abbandonata, e la casa paternò castello, edificio che apparteneva ad una famiglia nobiliare che veniva utilizzata come deposito per la legna, ed oggi ristrutturato dal corpo forestale, superata continuando la discesa su antichi basolati lavici, che ricordano l'importanza del sentiero nel passato, il facile ritorno per l'arrivo al rifugio Pietracannone. Il Sentiero può anche essere suddiviso su più tappe per visitatori meno allenati, con percorsi più brevi, per la visita di solo alcuni punti di interesse d'interesse, come il Cerro di monte Fontane e la Trofa du Camperi.
DIFFICOLTA'
   Esperti  
LUNGHEZZA
   10.8 Km  
Coordinata Iniziale
   37.747769 - 15.088251  
(Indicazioni Stradali)
Maggiori informazioni?
+ PRENOTA
GUIDA
COMMENTA
NON HAI VOTATO
SALVA
ANNULLA
EtnaFriends.it - Portale di Informazioni,
Storia e Sentieristica dell'Etna - Nicolosi (Catania)
- info@etnafriends.it - Italia © 2013/2020
questo sito non utilizza cookie di terze parti e i dati sono e rimarrano sempre interni al portale
usando e accedendo ad Etnafriends accetti e autorizzi la nostra informativa sulla privacy.
Registrati per poter inviare messaggi, votare,
commentare, aggiungere foto e articoli,
ed accedere a tutte le funzionalità della FriendsZone